Ronda, un altopiano diviso da una profonda gola rocciosa – Spagna

Click here for English Version

Ronda è senza dubbio una delle città più belle dell’Andalusia, capace di lasciare tutti a bocca aperta, a Ronda potrete scattare una delle foto più tipiche dei viaggi in Andalusia.

Ronda è una delle più antiche città della Spagna, con una storia costellata di fuorilegge, banditi, guerriglieri e ribelli. La sua spettacolare posizione arroccata sulla gola di El Tajo scavata dal torrente Guadalevin e la sua reputazione di pueblo blanco più grande dell’Andalusia l’hanno resa una tra le destinazioni più famose di tutta la Spagna.

Cosa vedere

LArena della Cavalleria Reale

Accanto all’Ufficio del Turismo, in Paseo Blas Infante, si trova l’Arena della Cavalleria Reale, una delle più antiche e grandiose della Spagna. Al suo interno è possibile visitare il Museo della Corrida e la collezione di armi da fuoco antiche.

Il Mirador de los viajeros románticos del Puente Nuevo

Il luogo più famoso di Ronda è il Puente Nuevo (Ponte Nuovo), alto 98 metri, che ospita anche un Museo dei Visitatori. Preparate la macchina fotografica perché la vista dalla gola è spettacolare.

Il Museo del Bandolero

Quando si pianifica cosa vedere a Ronda o quali attrazioni visitare, il Museo del Bandito è una tappa obbligata, in quanto è il centro di maggiori informazioni su questo argomento: il banditismo in Andalusia. Il Museo del Bandolero è composto da cinque sale: “Viaggiatori romantici e documentazione”, “Banditismo vivente”, “Banditi famosi”, “Coloro che seguirono le tracce – Guardia Civil” e una sala chiamata “Armi e testimonianze scritte”, tutte piene di fatti storici incalcolabili su banditi, contrabbandieri, ecc.

La Chiesa de Santa María la Mayor

La costruzione di questa chiesa è iniziata dopo la riconquista della piazza da parte delle truppe cristiane nel 1486, e in essa si possono distinguere due diversi stili architettonici. La sua esecuzione ha superato i due secoli di durata dei lavori.

Una passeggiata nel quartiere storico

Durante la passeggiata, non perdete di vista edifici come il Palazzo Mondragon o la Casa del Gigante entrambi di origine moresca. Vale la pena fermarsi anche in Plaza Duquesa de Parcent, dove si trovano la chiesa di Santa María la Mayor e il Municipio.

La passeggiata può concludersi in uno degli antichi punti di accesso alla città, la Puerta de Almocábar.

Puerta de Almocábar

Costruita nel XIII secolo, fu modificata durante il regno di Carlo V. Si compone di tre porte successive e di due torri laterali semicircolari che venivano utilizzati per ospitare la guardia. Il suo nome deriva dall’arabo “Al-maqabir“, poiché si trova vicino all’antico cimitero musulmano.

Curiosità

La città di Ronda ha catturato l’interesse di scrittori come Hemingway, appassionato di corride, Joyce e moltissimi altri, tra cui anche Orson Welles che decise di far spargere le sue ceneri per la città.

Buona passeggiata a Ronda!

Anche voi amate la Spagna? Se si, allora guardate anche questi altri articoli Spagna | Spain

Click here for English Version

Ronda, a plateau split by a deep rocky ravine – Spain

Ronda is undoubtedly one of the most beautiful cities in Andalusia, capable of leaving everyone speechless. In Ronda you will get one of the most typical photo of travel around Andalusia.

Ronda is one of the oldest cities in Spain with a history dotted with outlaws, bandits, guerrillas and rebels. Its spectacular location at the top of the El Tajo gorge carved by the Guadalevin torrent and its reputation as the largest pueblo blanco in Andalusia have made it one of the most popular destinations in Spain.

What to see

The Bullring of the Royal Cavalry

Next door to the Tourist Office in Paseo Blas Infante, is the Bullring of the Royal Cavalry, one of the oldest and grandest in Spain. Inside it you can visit the Bullfighting Museum and the collection of antique firearms.

The Mirador de los viajeros románticos del Puente Nuevo

The most famous spot in Ronda is the 98-metre high Puente Nuevo (New Bridge), which also has a Visitors’ Museum. Take your camera ready because the views from the gorge are spectacular.

The Museo del bandolero

When you plan what to see in Ronda or what sights to see, the Museum of the Bandit is a must see, as it is the center of more information on this subject: banditry in Andalusia.

The Museo del Bandolero consists of five rooms: ‘Romantic travellers and documentation’, ‘Living banditry’, ‘Famous bandits’, ‘Those who followed the trail – Guardia Civil’ and a room called ‘Weapons and written testimonies’, all full of incalculable historical facts about bandits, smugglers, etc.

The Iglesia de Santa María la Mayor

The construction of this church have begun after the reconquest of the square by Christian troops in 1486, and two different architectural styles can be distinguished in it. Its execution have passed more than two centuries that the works lasted.

A stroll through the historic quarter

During your walk, don’t overlook buildings such as the Mondragon Palace or the Casa del Gigante both of Moorish origin. It is also worth stopping at the Plaza Duquesa de Parcent, home to the church of Santa María la Mayor and the Town Hall.

You can end your walk at one of the ancient access points to the city, the Puerta de Almocábar.

Puerta de Almocábar

Built in the 13th century, it was modified during the reign of Charles V. It consists of three successive gates and two semicircular side towers that were used to house the guard. Its name comes from the Arabic ‘Al-maqabir‘, as it is located near the old Muslim cemetery.

Interesting facts

The city of Ronda captured the interest of writers such as Hemingway, a bullfighting enthusiast, Joyce and many others, including Orson Welles, who decided to have his ashes scattered around the city.

Have a nice stroll in Ronda!

Do you love Spain too? If yes, then check out these other posts Spain | Spain

Lascia un commento