Vedere da lontano Istanbul che pian piano prende forma è come assistere al risultato di un incantesimo: Istanbul è un magico incontro tra Oriente e Occidente.

Tempo di lettura 6 minuti

Prima di dirvi cosa vedere a Istanbul, parliamo del Bosforo perché questo braccio di mare è il protagonista della drammatica storia d’amore tra Ero e Leandro (vicenda narrata da Ovidio nelle Eroidi nella mitologia greca).

Questa leggenda del Faro del Bosforo è una storia dannata.

Ero, sacerdotessa vergine di Afrodite un giorno lasciò il Faro per partecipare ad una cerimonia nel Tempio dove conobbe Leandro. I due si innamorarono e Leandro venne bandito dopo che i due divennero amanti, per impedire loro di ricongiungersi. Leandro, costretto a vivere sulla riva opposta, nuotava di notte guidato dalla luce di una lanterna bruciata da Ero per aiutarlo ad orientarsi. In questo modo, gli appassionati, continuarono ad incontrarsi e ad amarsi. La difficile impresa riuscì più volte fino a che, una notte, una tempesta spense la lucerna e Leandro, disorientato, morì tra le onde. All’alba Ero vide il corpo senza vita dell’amato sulla spiaggia e, affranta dal dolore, si suicidò buttandosi in mare dal Faro.

Quando si dice annegare nel mare della passione!

Istanbul il magico incontro tra Oriente e Occidente Turchia bosforo in giro in giro blog

Veniamo ora alla meravigliosa Istanbul!

Storicamente conosciuta come Bisanzio prima e come Costantinopoli poi, ha un area urbana che si estende su entrambe le sponde del Bosforo, lo stretto che divide l’Europa dall’Asia e unisce il Mar Nero al Mar di Marmara.

Come per altre città dalla storia millenaria, vale il principio che vedere tutto è impossibile. Altrettanto difficile è scegliere a cosa dare la precedenza, ragion per cui, quello che vi stiamo per elencare è semplicemente quello che abbiamo scelto di vedere noi in un weekend.

Cosa vedere

Cosa comprare

Suggerimenti


Il Bosforo

Luogo simbolo di Istanbul e protagonista della drammatica storia d’amore tra Ero e Leandro.

Lo potete visitare sia passeggiando lungo le sponde sia navigandoci, in entrambi i casi ne respirerete la magia.

Nel film del 1999 “Il mondo non basta” (The World Is Not Enough), il diciannovesimo della saga dell’agente 007, dove Pierce Brosnan è James Bond la scena dell”arma nucleare installata a bordo di un sottomarino militare è stata girata nel Bosforo.


La Moschea Blu

Questa è la moschea più spettacolare di Istanbul e una delle più incredibili dell’Islam.

Ha sei minareti, vale la pena ricordare che solo la moschea di La Mecca ne ha uno in più. Il suo nome deriva dalla spettacolare atmosfera turchese dell’interno e della cupola, creata dalla presenza di oltre 21.000 piastrelle turchesi. La Moschea Blu è aperta da mattina a sera ogni giorno.

Istanbul il magico incontro tra Oriente e Occidente Turchia moschea blu in giro in giro blog

La Basilica di Hagia Sofia (Santa Sofia)

Questo è uno dei principali monumenti di Istanbul.

Dedicata alla Sophia (la sapienza di Dio), dal 537 al 1453 l’edificio fu cattedrale ortodossa e sede del Patriarcato di Costantinopoli, ad eccezione di un breve periodo tra il 1204 e il 1261, quando fu convertita dai crociati a cattedrale cattolica di rito romano. Divenne poi moschea ottomana nel maggio del 1453 e tale rimase fino al 1931. Fu poi sconsacrata nel 1º febbraio 1935 divenne un museo.

Oggi è ancora un museo e va assolutamente visitato. Il museo è aperto da mattina a sera ogni giorno.


La Cisterna Basilica

Questo è un luogo magico ed è la più grande cisterna sotterranea ancora conservata ad Istanbul.

Le 336 colonne alte 9 metri e costruite con materiale di riciclo di epoca romana sostengono una volta al di sotto della quale è possibile visitarla camminando sopra a delle passerelle. La malta impermeabile usata per costruire la cisterna, che serviva da serbatoio di acqua per il palazzo imperiale di Costantinopoli, è in talmente in buon stato di conservazione che trattiene ancora l’acqua e numerosi pesci nuotano sul fondo.

Qui troverete Medusa e sta a voi scegliere se guardarla negli occhi oppure no (ricorderete che trasforma in pietra chiunque la guardi negli occhi). Si tratta di due teste della gorgone Medusa che servono a sostenere i pilastri. Il fatto che siano rovesciate lascia comunque pensare che avessero anche un ruolo esoterico.


Piazza Sultanahmet

Si trova accanto alla Moschea Blu. In questa piazza numerose persone sono morte ed altre rimaste ferite durante l’attentato del 2016.

In questa piazza vedrete l’Obelisco di Teodosio e colonna di Costantino.


Palazzo di Topkapı

Un tempo residenza del sultano ottomano e centro amministrativo dell’Impero ottomano, dalla seconda metà del XV secolo al 1856.

Costruito per volontà di Maometto II sul “Promontorio del Serraglio per dominare sulla città di Costantinopoli.

Istanbul il magico incontro tra Oriente e Occidente Turchia topkapi in giro in giro blog

Il Grand Bazaar

Il Grand Bazaar con i suoi negozi, chioschi e bancarelle è uno dei mercati coperti più grandi e antichi del mondo, con 61 strade coperte e oltre 4.000 negozi che attirano ogni giorno tra 250.000 e 400.000 visitatori.

Considerate che nel 2014 era in prima posizione nella classifica delle attrazioni turistiche più visitate al mondo. Qui la parola d’ordine è “contrattate” tanto, fino allo sfinimento!


Cosa comprare

Istanbul non è solo bella da visitare, è anche un’ottima destinazione per chi vuole fare un po’ di shopping.

Ecco cosa ci siamo portati a casa noi.

Set da tè

Il rituale che accompagna questa bevanda è diventato estremamente raffinato e potete trovare, in ogni singolo angolo della città, dei set che sono una vera ricercatezza.

Noi abbiamo preferito prendere i bicchierini lavorati sul bordo con la teiera in metallo.

Istanbul il magico incontro tra Oriente e Occidente Turchia set da te in giro in giro blog

Spezie

Il bazaar delle spezie è conosciuto con il nome di “bazaar egiziano”.

Per noi è oramai consuetudine tornare a casa con le spezie locali.

Qui troverete anche tante varietà di frutta essiccata, di tè e infusi di erbe. Se vi è piaciuto, qui potete prendere il tè nero che fa parte della vita degli abitanti di Istanbul.

Istanbul il magico incontro tra Oriente e Occidente Turchia spezie in giro in giro blog

Narghilè

Molto diffuso nell’impero ottomano, è una sorta di pipa con tabacco aromatizzato alla frutta. Veder fumare il narghilè nei tanti bar del centro è ricorrente. Lo si trova ovunque ed il suo costo varia da pochissimo a tantissimo, dipende da come è fatto e da come è impreziosito.

Ricordatevi di prendere anche il tabacco aromatizzato e le piccole coperture in plastica usa e getta da usare quando lo si fuma, soprattutto in gruppo.

Istanbul il magico incontro tra Oriente e Occidente Turchia shisha in giro in giro blog

Infine, se vi va, fatevi un giro tra le boutique dei falsi. Queste vetrine sembrano di alta moda, addobbate con estrema cura espongono borse, vestiti e orologi dei marchi più importanti del mondo.

Suggerimenti

  • Prima di entrare al grand bazaar vi consigliamo di procurarvi una mappa, in modo da non perdere l’orientamento e anche per individuare i settori che vi interessano.
  • L’altro consiglio è di evitare di fermarsi con i venditori a meno che non siate seriamente intenzionati a comprare qualcosa perché viene considerato estremamente irrispettoso avviare una trattativa e non concluderla.

Buon divertimento! 🙂

Ciao da Cris e Marco del blog in giro in giro

Lascia un commento