Il castello medievale di Santa Severa sul mare a due passi da Roma, Italia

Click here for English version

A un’ora di macchina da Roma c’è questa località balneare da visitare in un fine settimana. Questa meraviglia, ancora poco conosciuta, offre l’atmosfera ideale per un soggiorno all’insegna del relax, dell’arte e del buon cibo. Il tutto in riva al mare.

Cosa fare a Santa Severa

Visitare il Castello Medievale

Il Castello di Santa Severa deve il suo nome a Severa, giovane martire cristiana che si tramanda esser morta qui nel giugno del 298 d. C. insieme ai suoi fratelli sotto l’impero di Diocleziano. A lei è dedicata la Chiesa della seconda metà del V e inizio del VI secolo.

L’intera area nasce in tempi antichi, al VII secolo a. C. risale la costruzione di Pyrgi, uno dei più importanti scali commerciali del bacino del Mediterraneo e porto principale di Caere, l’attuale Cerveteri, in cui approdarono, nei secoli, oltre che gli etruschi, anche fenici, greci e cartaginesi.

Cercare il fantasma del Castello

Ogni castello ha la sua leggenda, giusto? Sì, certo! Ecco quindi la leggenda del Castello di Santa Severa.

In una particolare tomba conservata nel castello vi sono i resti di un misterioso nobile (o un cavaliere). Questo sarcofago, con una croce scolpita sul coperchio, ha protetto al suo interno lo scheletro in una strana posizione, quasi in ginocchio. La spiegazione di questa postura è che l’uomo fu sepolto ancora vivo.
Il fantasma tra le mura del castello è dunque l’anima che vaga nella dannazione eterna di questo povero cavaliere (o nobile) che in qualche modo si diverte a spaventare i suoi – evidentemente sgraditi – ospiti.

Sono davvero moltissime le testimonianze di misteriosi rumori di passi, porte che si aprono senza un’apparente ragione, luci e sagome colorate che appaiono all’improvviso e oggetti che si muovono.

Ammirare la storia dell’abito femminile attraverso i secoli durante la visita al Castello

Un particolare e interessante viaggio attraverso i secoli con oltre 30 abiti da ammirare dal medioevo e l’epoca moderna, Si tratta di una meravigliosa esposizione permanente che può essere ammirata camminando tra le sale ed i corridoi del Castello.

Passeggiare per il Borgo Medievale

Il centro storico del piccolo borgo medievale, circondato da una cinta muraria, contraddistinto da case in pietra e stradine strette unite da piccoli archi.

Nel borgo sono presenti negozietti artigianali presso i quali è possibile trovare particolari e simpatici oggetti in ceramica e legno oltre a souvenir tipici.

Osservare le rovine della Chiesa Paleocristiana

Nei pressi della Piazza della Rocca, proprio di fronte al ponte levatoio che conduce all’ingresso del castello, si può ammirare la chiesa più antica del paese, risalente al periodo paleocristiano. Era probabilmente dedicata alla martire Severa
Secondo le fonti, fu costruita vicino al mare, nei pressi della rocca del castello, proprio dove avvenne il martirio della Santa.

Il mito di Severa di Pirgy

Severa di Pirgy era una cristiana che fu brutalmente uccisa sulla spiaggia, insieme ai suoi fratelli, per ordine di Diocleziano durante l’ultima grande persecuzione contro i cristiani. Fu sepolta qui e in seguito santificata come martire.

Ammirare la Chiesa di Maria Assunta

A causa della crescita della popolazione nel Borgo, nel 1595 venne costruita questa Chiesa parrocchiale.
La Chiesa è aperta esclusivamente per la messa della domenica alle ore 11:30. Se la trovate aperta, ammirate l’affresco sull’altare raffigurante la Madonna seduta su delle nubi, incoronata dagli angeli.

Osservare il Battistero

Nel 1482 l’Ordine Ospedaliero di Santo Spirito eseguì diverse opere di ristrutturazione ed edificazione, tra cui il Battistero, ossia una piccola Chiesa dedicata a Santa Severa e a Santa Lucia.
Oltre alla fonte battesimale, realizzata con una parte di macina di epoca romana, al suo interno sono conservati gli affreschi della seconda metà del XV secolo della scuola del pittore Antoniazzo Romano. Fra questi, al centro dell’abside, vi è la Madonna in trono col Bambino.

Visitare il Museo del Castello, il Museo del Mare e della Navigazione Antica e il Museo del Territorio

  • Il Museo del Castello si trova all’interno della Rocca trecentesca e si articola su tre livelli in un’area di 800 metri quadri nella quale sono raccolti alcuni dei reperti portati alla luce nel corso degli scavi svolti in contemporanea ai lavori di restauro.
    La visita è arricchita da pannelli illustrativi, gigantografie, video-proiezioni e ricostruzioni 3D oltre alla realtà data dagli ambienti, strumenti e armi dall’epoca etrusca fino ai giorni nostri.
    Vi è anche una ricostruzione della cucina e della mensa medievale con i resti dei pasti e gli oggetti originali rinvenuti negli scavi, oltre che manufatti di enorme pregio.
  • Il Museo del Mare e della Navigazione Antica è composto da sette sale e oltre cento reperti, lungo un percorso incentrato sull’archeologia subacquea e la navigazione antica, che raccoglie anche le testimonianze provenienti dai fondali del litorale cerite, con particolare riferimento al porto di Pyrgi.
  • Il Museo del Territorio si trova all’interno del Castello e documenta l’importanza che questo patrimonio monumentale ha sempre avuto nell’esperienza delle popolazioni autoctone. Questo piccolo ma prezioso museo espone foto, oggetti, racconta l’aspetto mineralogico del territorio, il periodo paleontologico, le attività lavorative nel campo dell’agricoltura, dell’attività mineraria e dell’artigianato. Si possono ammirare nei tanti degli attrezzi usati anticamente per l’agricoltura, oltre ad antiche foto che testimoniano varie attività antropiche tra cui la bonifica di questo settore della Maremma meridionale. Si possono inoltre ammirare mappe antiche, minerali e fossili della zona circostante ma anche di altre zone.

L’ Antiquarium è attualmente chiuso per ristrutturazione.

Fare una passeggiata sulla spiaggia al tramonto

Al tramonto, le mura del Borgo, il Castello e la spiaggia si tingono di riflessi rosa e dorati che, in intenso contrasto con il blu elettrico del cielo e del mare, creano un panorama spettacolare.

Cenare in riva al mare

Infine, ma non per importanza, la visita a Santa Severa si conclude con una cena romantica in riva al mare. Ci sono infatti molti ristoranti dove è possibile trascorrere la serata.
Tra l’altro questa potrebbe essere la località perfetta per passare un romanticissimo San Valentino! Il mare è meraviglioso anche d’inverno!

Cose da sapere

Al Castello sul mare è possibile festeggiare un’occasione speciale, dal banchetto di nozze alla festa di laurea. Il Borgo medievale, con le sue piazze, i viottoli e le ampie sale interne, è luogo ideale per ospitare ogni ricevimento in un ambiente suggestivo e immerso nella storia. Info: Festeggia qui la tua occasione speciale

Ogni anno durante il periodo estivo il Castello ed il Borgo ospitano tantissimi eventi. Sfoglia il calendario eventi cliccando qui Rassegna estiva

Il Castello di Santa Severa che è aperto tutto l’anno, ospita un Ostello da 40 posti letto. L’Ostello dispone di camere da uno a quattro posti letto dotate di ogni comfort. A disposizione degli ospiti vi è anche un’area comune con cucina attrezzata e sala relax e un comodo parcheggio gratuito. Info: Ostello

È tutto, ragazzi! Buon fine settimana romantico!

English version

The medieval castle of Santa Severa by the sea a stone’s throw from Rome, Italy

An hour’s drive from Rome there is this seaside location to visit during a weekend. This little-known wonder offers the ideal atmosphere for a visit full of relax, art and good food. All by the sea.

Things to do in Santa Severa

Visit the Medieval Castle

The Castle of Santa Severa owes its name to Severa, a young Christian martyr who is said to have died here in June 298 AD together with her brothers under the Diocletian empire. The church from the second half of the 5th and beginning of the 6th century is dedicated to her.

The entire area originated in ancient times, with the construction of Pyrgi in the 7th century B.C., one of the most important commercial ports in the Mediterranean basin and the main port of Caere, today’s Cerveteri, where the Etruscans, as well as the Phoenicians, Greeks and Carthaginians landed over the centuries.

Look for the Castle Ghost

Every castle has its legend, right? Yes, oviusly! So, here is the Santa Severa Castle’s legend.

In an unusual tomb preserved in the castle are a mysterious nobleman’s (or knight’s) remains. This sarcophagus, with a cross engraved on the lid, protected a skeleton inside in a strange position, almost kneeling. The explanation for this posture is that the man was buried still alive.
So, the ghost within the castle walls is the soul that wandering in eternal damnation of this poor knight (or nobleman) who somehow enjoys frightening his – evidently unwelcome – guests.

Indeed, there are many accounts of mysterious footsteps, doors opening for no apparent reason, coloured lights and silhouettes suddenly appearing and objects moving about.

Admire the history of women’s dress through the centuries during a visit to the Castle

A special and interesting journey through the centuries with more than 30 dresses to admire from the Middle Ages to modern times. This is a wonderful permanent exhibition that can be admired while walking through the halls and corridors of the Castle.

Stroll through the Medieval Village

The historical centre of the small medieval village is surrounded by walls, characterised by stone houses and narrow streets joined by small arches.

There are small craft shops in the village where you can find special and nice ceramic and wooden objects as well as typical souvenirs.

Look at the ruins of the Early Christian Church

Near the Piazza della Rocca, just in the opposite of the drawbridge leading to the castle entrance, you can admire the oldest church of the village, dating back to the early Christian period. It was probably dedicated to the martyr Severa.

According to sources, was built near the sea, near the castle fortress, precisely where the martyrdom of the Saint took place.

The myth of Severa of Pirgy

Severa of Pirgy was a Christian who was brutally murdered on the beach, together with her brothers, by order of Diocletian during the time of the last great persecution against Christians. She was buried here and later sanctified as a martyr.

Admire the Church of Maria Assunta

This parish Church was built in 1595 due to the growing population in the village.
The Church is only open for Sunday Mass at 11.30am. If you find it open, admire the fresco on the altar depicting the Madonna seated on clouds, crowned by angels.

Look at the Baptistery

In 1482, the Hospitaller Order of Santo Spirito carried out many renovations and construction works, including the Baptistery, a small Church dedicated to Santa Severa and Santa Lucia.
In addition to the baptismal font, carved from a portion of a millstone of the Roman era, there are frescoes from the second half of the 15th century from the school of the painter Antoniazzo Romano. Among them, in the centre of the apse, there is the Madonna Enthroned with a Child.

Battisfero Santa Severa

Visit the Castle Museum, the Museum of the Sea and Ancient Navigation and the Museum of the Territory

  • The Castle Museum is located inside the 14th-century fortress and spreads over three levels in an area of 800 square metres. Some of artefacts discovered during the excavations carried out as part of the restoration work.
    The visit is enriched by illustrative panels, blow-ups, video projections and 3D reconstructions, as well as the reality of the rooms, tools and weapons from Etruscan times to the present day.
    There is also a reconstruction of the medieval kitchen and canteen with the remains of meals and original objects found in excavations, as well as valuable artifacts.
  • The Museum of the Sea and Ancient Navigation consists of seven rooms and more than one hundred exhibits, along a route focusing on underwater archaeology and ancient navigation, which also includes evidence from the seabed of the Cerite coastline, with particular reference to the port of Pyrgi.
  • The Museum of the Territory is located inside the Castle and it documents the importance that this monumental heritage has always had in the experience of the indigenous population. This small but precious museum show photos, objects, tells the mineralogical aspect of territory, the paleontological period, work activities in the field of agriculture, mining and craft activities. You can admire in the many of the tools used in ancient times for the agricultural, as well as ancient photos testifying various human activities including the reclamation of this sector of southern Maremma. You can also admire ancient maps, minerals and fossils from the surrounding area but also other areas.

The Antiquarium is currently closed for renovation.

Take a walk on the beach at sunset

At sunset, the walls of the Borgo, the Castle and the beach are tinged with pink and golden reflections that, in intense contrast to the electric blue of the sky and sea, create a spectacular panorama.

Dine by the sea

Last but not least, a visit to Santa Severa ends with a romantic dinner by the sea. There are many restaurants where you can spend the evening.
By the way, this could be the perfect location to spend a very romantic Valentine’s Day! The sea is wonderful even in the winter season!

Things to know

At the Castle by the Sea you can celebrate a special occasion, from a wedding banquet to a graduation party. The medieval village, with its squares, alleyways and spacious rooms, is an ideal place to host any reception in an evocative setting steeped in history. Info: Weddings and Receptions

Every year during the summer period, the Castle and the Village hosts many events. Browse the events calendar by clicking Summer events

The Santa Severa Castle is open all year and it has a 40-bed hostel. The Hostel has rooms with one to four beds equipped with every comfort. Guests also have access to a common area with a fully equipped kitchen and relaxation room, and a convenient free car park. Info: Hostel

That’s all, guys! Have a romantic weekend!

Lascia un commento