#5 Cellula abitativa: pannelli e telaio fai da te

Ciao a tutti! Oggi vi raccontiamo come abbiamo costruito la cellula abitativa di Romeo, quali materiali abbiamo utilizzato e a che fornitori ci siamo rivolti.

Prima di tutto desideriamo chiarire che non siamo sponsorizzati da nessuno, quindi diciamo quello che pensiamo senza filtri, nel bene e nel male!

Siamo Marco e Cristina e abbiamo costruito il nostro Romeo in 2 anni con l’obiettivo di farlo diventare la nostra casa per andare “in giro in giro” per il mondo.

Se avete dubbi o domande, scriveteci! 😊


Ecco l’elenco dei fornitori ai quali ci siamo rivolti e dei materiali che abbiamo utilizzato per costruire la struttura della celulla abitativa di Romeo

Smontaggio, rimozione della ruggine, rimozione parti e componenti non necessarie, pulizia, trattamento, fondo, verniciatura e rimontaggio dell chassis con vernice bicomponente, non l’abbiamo fatto noi.

Abbiamo deciso di farlo fare in Germania da un’azienda che fa questo di mestiere da 20anni. L’azienda si chiama Häckl Omnibus di Christian e si trova in Bavaria, questo è il link al loro sito www.haeckl-omnibus.de

Considerate che il costo che abbiamo sostenuto è esattamente un terzo rispetto ai preventivi che avevamo ricevuto in Italia!

Per questo ci siamo rivolti a loro, per risparmiare!

Cellula abitativa Pannelli e telaio fai da te Come abbiamo costruito Romeo in giro in giro blog Häckl www
Cellula abitativa Pannelli e telaio fai da te Come abbiamo costruito Romeo in giro in giro blog Häckl

Quando siamo partiti dalla Germania per portare Romeo in Italia, in realtà, eravamo già a metà dell’opera!

Questo perchè nei 6 mesi che hanno preceduto l’arrivo di Romeo abbiamo comprato e realizzato tutto quello che si poteva, con un pò di timore per i possibili sbagli, ma alla fine si sono dimostrati timori infondati!

Quindi, quando siamo arrivati con Romeo nella bottega di Massimo – il nostro amico fabbro – avevamo già pronta la struttura del telaio (o gabbia), la struttura del garage, il cubo per ribassarela porta, i pannelli sandwich e porta e finestre.


Mentre aspettavamo di poter andare a prendere Romeo, abbiamo fatto costruire da Massimo, il nostro amico fabbro, la struttura portante della cellula abitativa in acciaio strutturale.

Fabbro in Cerveteri RM

Email: massimobattarelli@yaoo.it

I motivi che ci hanno spinto a scegliere una struttura in stile container sono stati dettati molto dalle nostre pregresse esperienze con mezzi convenzionali, dove spesso abbiamo avuto modo di renderci conto di quanto le strutture tradizionali siano delicate e questo si allontana molto dalla nostra visione di solidità e robustezza.

Inoltre, sia durante la fase di studio sia durante il confronto con l’ingegnere strutturale, è emerso che, per le nostre necessità di supporto di strutture esterne come il garage con la piattaforma estraibile per il carico/scarico del nostro quad e delle ruote di scorta, avevamo bisogno di una struttura solida dove poterci ancorare, che non poteva essere di sole pareti con all’interno scatolati di alluminio o vetroresina.

In conclusione, quella che abbiamo scelto è la struttura più adeguata alle nostre necessità, che ci garantisce una cellula abitativa autoportante.

Infine, questa soluzione ci ha permesso di installare i blocchi d’angolo che, in caso di necessità, ad esempio in caso di ribaltamento, sono utili supporti di ancoraggio e riposizionamento.

Ovviamente abbiamo affrontato anche i punti deboli di questa soluzione, che sono il peso e i ponti termici e studiando e osservando come hanno fatto altri prima di noi, abbiamo capito che sono facilmente aggirabili grazie all’uso di materiali utilizzati in ambito aeronautico e nautico.

Noi lo abbiamo acquistato su www.aliexpress.com


Poi, abbiamo fatto realizzare dal piegatore, il cubo per il ribassamento della porta.

Non abbiamo mai avuto dubbi sul fatto di volere un accesso semplice e soprattutto veloce alla cellula abitativa e, una volta studiato il punto esatto, con le distanze e le dimensioni, Cristina (io) ha dato il disegno a piegatore per farlo realizzare, dopodiché lo ho trattato e verniciato.


Noi lo abbiamo acquistato su www.berger-camping.it


Un’altra cosa che abbiamo preparato nei sei mesi precedenti l’arrivo di Romeo, sono stati i pannelli sandwich.

Li abbiamo ordinati alla T-Pan che ce li ha forniti delle dimensioni di cui avevamo bisogno, questi sono i disegni realizzati da Cristina con Visio Professional. In questo modo quando sono arrivati i pannelli, abbiamo solo (si fa per dire) dovuto aprire i fori di finestre e porta e limare gli angoli che andavano a toccare con il cordolo della saldature.


Contro la ruggine, il binomio Zincatura all’arco elettrico e Verniciatura

Prima di montare la struttura su Romeo, l’abbiamo fatta trattare con una particolare protezione contro la ruggine che consiste in una zincatura all’arco elettrico con uno spessore di 150 micron e in 2 mani di vernice epoxy.

Questo binomio consente di resistere alla corrosione provocata da condizioni atmosferiche e ambientali pesanti e dall’aggressività dei disgelanti stradali per almeno 50/60 anni.
La ditta alla quale ci siamo rivolti è la VER.ZINC. di Roma e questi sono i contatti:

Email info@verzincsrl.it
Telefono: 06 6190 5268
Sito www.verzincsrl.it

Cellula abitativa: pannelli e telaio fai da te zincatura in giro in giro blog

Noi abbiamo fatto realizzare i pannelli sandwich su misura per il nostro Romeo dalla ditta T-Pan di Padova www.t-pan.it

A suo tempo ci siamo rivolti a loro perché trattano anche costruzioni nautiche e questo ci ha dato la sensazione di maggiori garanzie (per la parte umidità) rispetto ad altri fornitori, il tempo – per il momento – ci ha dato ragione (sono passati due anni e tutto è perfetto).

Cellula abitativa Pannelli e telaio fai da te Come abbiamo costruito Romeo in giro in giro blog T-Pan

In questo modo, con Romeo nel piazzale di Massimo ( il fabbro) quello che abbiamo dovuto fare è stato posizionare la struttura autoportante sopra al pianale con l’aiuto di una gru, montare e saldare i cubo porta con gli ulteriori scalini estraibili e poi incollare i pannelli con la mitica e insostituibile SikaFlex 252 Adesivo Strutturale Monocomponente.

Nel contattare i vari fornitori abbiamo stilato un elenco di tutti coloro che vendono la sikaflex, elenco che ci fa piacere condividere con voi.

Noi ci siamo rivolti alla Net coatings perché è stata l’azienda che ci ha fatto il preventivo più economico, perché ci ha garantito i tempi di consegna durante tutto il periodo dei lavori e perché il servizio clienti è veramente preparato e tempestivo.

I materiali che abbiamo chiesto sono questi:

  • Sika 252 sacchetti da 600ml di colore bianco
  • Sika 252 sacchetti da 600ml di colore nero
  • Sika primer 206 G+P
  • Sika aktivator – 100
  • Sika nastro sigillante butilico

Tutti questi prodotti hanno scadenze relativamente brevi quindi è necessario chiedere specificatamente di avere scadenza rimanente di almeno 6 mesi. Inoltre nella richiesta di preventivo vanno chiesti costi e tempi di consegna.

Elenco Fornitori

Sito https://www.autoricambisanmauro.it/it/  E-mail info@autoricambisanmauro.it  

Sito https://www.astorispa.it/  E-mail astori@astorispa.it francesco.petruzziello@astorispa.it

Sito www.ideaverdecamper.it  E-mail camper@ideaverdecamperrent.com camper@ideaverdecamper.it

Sito https://bricocamp.it/  E-mail info@bricocamp.it

Sito https://www.tecnipro.it/  E-mail info@tecnipro.it baroniocesare33@gmail.com

Sito https://proximatape.com/  E-mail fm.massetti@proximatape.com

Sito http://www.fra.it/  E-mail claudio@fra.it


Per completare l’assemblaggio della struttura abitativa di Romeo, abbiamo proceduto all’installazione del tetto mediante l’utilizzo di una gru. Il tetto è stato fissato utilizzando il sigillante Sika 252, ovviamente preceduto dall’applicazione di Primer e attivatore. Nel video è possibile osservare quanto sia stato relativamente agevole posizionare il pannello superiore.

Desideriamo esprimere la nostra gratitudine al nostro amico Massimo, il fabbro, il quale, con il suo impegno costante ed il supporto, ha reso la gestione dell’intero progetto più agevole, intervenendo anche in situazioni non direttamente di sua competenza.

Continuando con il tetto, a protezione delle sigillature, per una ulteriore protezione contro gli agenti atmosferici, abbiamo applicato il nastro sigillante butilico della Sika.


Se questo articolo ti è stato d’aiuto o se ti è piaciuto, metti un like o lascia un commento!

Per noi è importante! 😊

Ciao da Cris e Marco del blog in giro in giro

Cris, Marco & Romeo

© in giro in giro
info@ingiroingiro.it
https://ingiroingiro.it/
https://www.youtube.com/@ingiro_ingiro
https://www.facebook.com/ingiro.ingiro.ingiro.ingiro/
https://www.instagram.com/_ingiroingiro_/

Lascia un commento