Portugal Lisboa Lisbon

English version at the bottom

Lisbona ha un clima mite tutto l’anno quindi può essere visitata in qualsiasi momento, se siete un pochino nostalgici è preferibile scegliere l’estate perché, come tutte le città di mare, l’inverno può trasmettere malinconia. I prezzi sono accessibili ovunque e la città si visita comodamente. Costruita su sette colli e attraversata dal fiume Tejo (in italiano Tago), Lisbona è una capitale un po’ d’altri tempi, la sensazione che abbiamo avuto è stata di rivivere la quotidianità degli anni ’70 quando eravamo bambini a la nonna ci portava a fare la spesa nei negozietti di alimentari dove le caramelle si vendevano sfuse e dopo esser state pesate venivano inserite nei sacchettini di carta. Noi l’abbiamo trovata deliziosa.

Vale la pena vedere

La Praça do Comércio (Piazza del Commercio) più comunemente conosciuta come Terreiro do Paço (Piazza del Palazzo): qui si ergeva il Palazzo Reale Ribeira che nel 1755 fu distrutto dal grande Terremoto di Lisbona. Dopo il terremoto la piazza fu completamente ricostruita come parte della Baixa.

Elevador de Santa Justa conosciuto come El Grasciaro. Dalla Praca do comercio passando per l’arco de Tua Augusta e la Rua augusta, si arriva al bellissimo Elevador de Santa Justa, un ascensore che collega la parte bassa della città alla parte alta. La differenza di livello tra il piano inferiore della biglietteria (Rua de Santa Justa) e quello superiore (largo do Carmo) è di 30 metri. La struttura dell’ascensore è bellissima: le cabine interne sono in legno e specchi.

Sull’Alfama, il più antico quartiere della città, perdetevi il tempo di andare a piedi al Castello di Sao Jorge, uno dei simboli della città nonché il più alto punto panoramico. Potrete ammirare i tetti rossi della città e il fiume Tago. Sarà divertente perdersi tra i vicoli con panni stesi al sole e i palazzi con le facciate di azulejos, l’atmosfera che si vive qui, vi metterà di sicuro di buon umore.

La famosa Torre di Belem (torre di Betlemme o torre di San Vincenzo) è patrimonio mondiale dell’UNESCO insieme al vicino Monastero dei Jerónimos, che a seconda dell’inclinazione del sole risplende in modo diverso. È composta da un bastione di 30 metri con quattro torri.

Il Monastero dei Jerónimos, dove il 13 dicembre 2007 venne firmato il Trattato di Lisbona che riforma i Trattati su cui si fonda l’Unione Europea. La leggenda narra che il monastero venne costruito dove esisteva la chiesetta Ermida do Restelo, nella quale il navigatore Vasco da Gama ed il suo equipaggio trascorsero in preghiera la notte precedente alla partenza per il viaggio che li portò alla scoperta della rotta per l’India, rivelatasi poi fondamentale per la storia dell’umanità.

Cosa abbiamo mangiato

La gastronomia portoghese è stata una piacevole sorpresa, non solo per il fantastico bacalhau e per il Porto, ma anche per i piatti offerti dalle tascas, caffetterie modeste gestite a livello familiare. Alcuni piatti di carne meritano di essere assaggiati come il cozido à portuguesa, stufato a base di carne e legumi, il sarrabulho, con fegato di maiale o anatra marinata nel vino rosso e legato con il sangue di maiale. Non vi spaventate se non appena vi sarete seduti, senza aver chiesto nulla, vi porteranno antipasti come le olive nere, gli affettati, formaggio di capra e una sorta di prosciutto affumicato, è un’usanza locale.

Dove dormire

Lisbona è ancora una città abbastanza economica e trovare un posto dove dormire non è un problema. Chi è disposto a pagare un po’ di più può scegliere di prenotare una camera in una pousadas, dimore storiche di grande valore storico che sono state adattate ad hotel. Le pensao sono le tipiche pensioni a gestione familiare, molto confortevoli e accoglienti. Non mancano anche i bed & breakfast per chi non vuole spendere tanto e gli appartamenti, che qui sono chiamati quartos, aparthotel o turismo de abitacao, per chi desidera una maggiore indipendenza.

 

English version

The weather in Lisbon is mild all year long, as a consequence you can visit the city in every season. If you are likely to feel kind of nostalgic, you should go there during the summer. Like all the sea cities, it can instill you a bit of melancholy during the winter. Prices are reasonable everywhere and the city can be visited leisurely.

Built on seven hills and crossed by the river Tejo (in English Tagus), Lisbon is an old-fashioned capital city. The feeling we had was like being back living the daily life in the 70’s, when we were kids and grandma brought us shopping to the corner store where we bought sweets. They were sold unpackaged and, after being weighed, they were given us in paper bags. We found the atmosphere adorable.

Worth visiting

The Praça do Comércio (Commerce Square) commonly known as Terreiro do Paço (Palace Yard): there was the Royal Ribeira Palace, destroyed from the great 1755 Lisbon earthquake. After the earthquake the place was completely remodeled as part of the Baixa.

Elevador de Santa Justa commonly known as El Grasciaro. Walking from Praca do Comércio through the arch in Rua augusta you can get to the wonderful Elevador de Santa Justa, a lift linking the lower and upper parts of the city. There is a 30-metre gap between the ground floor, where the ticket office is (Rua de Santa Justa) and the upper one (largo do Carmo). The structure of the lift is beautiful: the cabins are made of wood and mirrors.

When in Alfama, the oldest district of the city, take your time to reach the Castelo de Sao Jorge by feet. It is one of the symbols of the city and also the highest panoramic viewpoint. You can admire the red roofs and the river Tagus. You will have fun while getting lost among the alleys, the laundry hanging in the sun, the building’s sides decorated with azulejos. The atmosphere you can enjoy here will surely put you in a good mood.

The famous Belém Tower (Bethlehem Tower or Tower of St Vincent) is a UNESCO World Heritage Site, together with the nearby Jéronimos Monastery which, according to the inclination of the sun, glimmers in a different way. It consists of a 30-metre bastion with four towers.

Jéronimos Monastery  is where on 13 December 2007 the Treaty of Lisbon was signed, which is the treaty amending the previous treaties at the basis of the European Union. According to the legend, the monastery was built on the ruins of the Hermitage of Restelo (Ermida do Restelo), where the seafarer Vasco de Gama and his crew spent a whole night praying. That was the night before the day they went on the journey that let them discover the sea route to India, an essential discovery for the human history.

What we ate

The Portuguese gastronomy has been a pleasant surprise, not only for the very good bacalhau and the Port wine, but also due to the dishes served in the tascas, modest family-run cafés. Some meat recipes really have to be tasted, like the cozido à portuguesa, a traditional stew of meat and beans or the sarrabulho, made of pork liver or duck meat marinated in red wine and thickened with pork blood. Don’t get scared if, as soon as you sit down, before asking for anything, you will be served some starters such as black olives, cold cuts, sheep cheese and a type of smoked ham, it’s a tradition here.

Where to sleep

Lisbon is a quite affordable city and finding a place where to sleep isn’t a problem at all. Who can afford to spend a bit more can book a room in one of the pousadas, historic and valuable houses that were modified to become hotels. The pensao are typical family-run boarding houses, very comfortable and cozy. There are also some bed & breakfast for those who don’t want to pay too much and some apartments too, called here quartos, aparthotel or turismo de abitacao, for those who want more freedom.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...